QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Wed23Jun200415:20
Mutui casa: cresce del 7% l’importo medio finanziato
Quanto è cambiata la metodologia di richiesta dei mututi per l’acquisto della prima casa? Quale soggetto sociale è il più propenso a richiedere finanziamenti per il mattone? Come si è modificata nel tempo la durata dei mutui accesi per acquistare un immobile?

L’ufficio studi di Ital Fin, la sezione finanziaria di Erif Real Estate, ha prodotto una serie di dati che delineano in maniera dettagliata e precisa l’andamento del mercato finanziario e i risvolti sociali del territorio nelle aree di riferimento della società di finanziamento (varesotto, novarese, altomilanese).

Il periodo febbraio – aprile del 2004 ha visto un netto incremento dell’importo medio finanziato che si è assestato sui 106mila euro, ottendendo una maggiorazione rispetto allo stesso periodo dello scorso anno del 7%. Il numero di pratiche accese da Ital Fin non è mutato e si è assestato a 1.600 aperture di mutuo annue, ma, nell’arco di 365 giorni, alcuni particolari interessanti sono emersi dall’analisi dell’Ufficio Studi.

Su tutti, le aree urbane in cui sono state effettuate più pratiche: Varese, con il 49 per cento, è la provincia dove c’è stata la maggior richiesta di accensione. Varese e provincia sono d’altronde i territori in cui, nel 1985, Ital Fin ha iniziato a operare diventando, nel tempo, punto di riferimento per tutta l’area a Nord Ovest di Milano. Il 40 per cento delle pratiche accese da Ital Fin sono state richieste in provincia di Milano, mentre l’8% è il dato indicatore della provincia di Novara, dove l’attività di Ital Fin è in fase di sviluppo. Si è radicalmente modificata anche la durata dei mututi e l’età dei richiedenti.

“Già nel 2003 – spiega Gian Paolo Gallo Stampino, responsabile di Ital Fin – era stata identificata una certa tendenza alla crescita anagrafica dei richiedenti. Nel 2004, la situazione si è fatta ancora più marcata”. Di fatto, oltre il 40 per cento di coloro che richiedono un mutuo per l’acqusito di un immobile hanno un’età compresa tra i 30 e i 36 anni e accendono mutui a luingo termine (20/30 anni). “La società moderna sta mutando in maniera eccezionale – continua Gallo Stampino -. Il nucleo familiare tradizionale, marito, moglie e figli, non è più la prorità che spinge le persone ad acquistare casa. Lo dimostra il fatto che il 30 per cento di coloro che accendono mutui per l’acquisto della prima casa è single. E’ mutata la percezione dell’uscire di casa, la famiglia diventa un rifugio da abbandonare sempre più tardi. Certo, le scelte tradizionali che inducono a lasciare il nucleo familiare originario non mancano. Ma è altrettanto vero che le percentuali sono in continua mutazione”.

Di particolare ineteresse anche i dati offerri inerenti la professione dei richiedenti. Il 15 per cento sono professionisti autonomi, il 3 per cento pensionati, mentre la stragrande maggioranza dei richiedenti, 82%, è composta da lavoratori dipendenti: “La percentuale dei lavoratori subordinati – continua Gallo Stampino – è sempre stata quella con la maggiore incisività. Il perché è facile da intuire: un giovane, appena ottiene la certezza economica di un lavoro a tempo indeterminato, investe i suoi soldi per acqusitare l’auto e la casa.

E’ importante considerare che il protrarsi dell’età dei richidenti deve fare i conti anche con l’andamento del mercato del lavoro. Un giovane, nella società attuale, prima di riuscire ad avere una certezza economica deve fare parecchi sacrifici: lavorare con contratti a tempo determinatoi per alcuni anni e, in seguito, ottenere un contratto indeterminato che gli permette di considerarsi pienamente autonomo”.

Le zone del Nord Ovest di Milano dove l’attività di Ital Fin si sviluppa in maniera più accentuata sono quelle tradizionalemnte conosciute come “avanzate”. In provincia di Milano, le città in cui sono state aperte più pratiche dagli uffici di Ital Fin sono Abbiategrasso, Legnano, Magenta e Castano Primo; in provincia di Varese, la parte del leone la fanno Gallarate, Malnate, Busto Arsizio, Castellanza e Lonate Pozzolo, mentre, nelle provincia di Novara e Pavia vanno segnalate Trecate, Novara, Vigevano e Galliate.

“Ci sono località – conclude il responsabile di Ital Fin – in cui, da quando abbiamo iniziato a operare, il numero di accensioni di mutui è sempre stato elevato. Altre, al contrario, stanno intensificando la propria attività immobiliare e, di conseguenza, anche l’apertura di rapporti finanziari. Pensiamo a Malnate, Castellanza, Galliate; città moderatamente piccole dove l’attività immobiliare si sta facendo sempre più incisiva”.




Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it