QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Un sguardo d'insieme sul mondo degli agenti immobiliari milanesi, questa l'indagine condotta presso 186 operatori del settore della città di Milano da Listino Immobiliare (www.listinoimmobiliare.it), sito di valutazione gratuita di immobili meneghini.
Rispetto ai macrosistemi di rilevazione dei dati sul mercato, chi lavora sul campo non è così ottimista: lamenta infatti l'esosità dei proprietari, che provoca inevitabilmente l'allungamento dei tempi di vendita e si traduce alla fine in sconti che vanificano l'eccessivo prezzo richiesto inizialmente.

Le previsioni non sono certo rosee: l'83% delle agenzie intervistate ritiene che nel prossimo semestre i prezzi diminuiranno e, per molti, già oggi si registra un calo (seppur con una «curva morbida»).

I rapporti con le altre agenzie sono conflittuali: sebbene gli operatori del settore riconoscano che nell'89% dei casi non vi sia concorrenza sleale, a parere loro c'è troppa concorrenza, che genera pratiche commerciali non sempre totalmente corrette (di qui, forse, le eccessive  attese dei proprietari).

E' interessante notare che solo secondo l'11% degli intervistati le agenzie immobiliari aderenti alle reti in franchising (Tecnocasa, Gabetti, ecc.) offrono un servizio migliore di quelle singole; anche gli stessi franchisor riconoscono i difetti di questo modello, tra cui aree di competenza troppo piccole e limitata collaborazione e scambio di informazioni. 

I rapporti con la clientela sono più distensivi; nella maggior parte dei casi i proprietari non discutono la provvigione richiesta

I clienti contattano le agenzie tramite telefono o internet, anche se internet ha un tasso di chiusura del 3% - va detto, però, che di solito l'agente propone altri immobili.

Secondo Marco Sicari, di www.listinoimmobiliare.it, "un dato che emerge dal contatto diretto con gli agenti è che nel futuro prossimo la vendita degli immobili potrebbe diventare sempre più difficile e che il fuoco degli operatori dovrà maggiormente spostarsi dalla ricerca degli immobili a quella dell' acquirente. Internet viene invece sempre più utilizzato sia dagli operatori che dai venditori/acquirenti. 

La maggior parte degli operatori riconosce la potenzialità di internet ma dichiara di sottoutilizzarlo. Quindi esistono grosse potenzialita' ancora non sviluppate: si pensi che una ricerca condotta negli Stati Uniti ha verificato che il volume di affari potrebbe essere notevolmente accresciuto solo se le aziende/agenzie rispondessero con puntualita' alle richieste che arrivano sui siti web. Solo il 42% risponde entro le 48 ore e ben il 32% non risponde proprio alle richieste!
"
Portalino press release



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it