QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

I tassi continuano a scendere, nell'attesa di un secondo taglio. Il Real Estate Institute of New Zealand (Istituto Immobiliare Neozelandese) ha elogiato il taglio del tasso ufficiale di sconto da parte la banca centrale, rimarcando "l'approccio positivo alla politica monetaria".
Secondo l'ultimo Osservatorio sui tassi di interesse sui mutui condotto da REINZ, la maggior parte degli istituti creditizi ha abbassato i tassi di interesse fissi da uno a cinque anni.
Dodici banche su quindici hanno limato i tassi tra 0,10 e 0,41 punti percentuali (la maggior parte dei tagli è stata tra lo 0,25% e il 0,35%). 

Il ribasso ha riguardato anche i tassi variabili, tra lo 0,24% e il mezzo punto.

ll tasso di interesse fisso a cinque anni in giugno era pari all'8,45% mentre dell'ultima ricerca è al 6,85%.

Il presidente nazionale della REINZ, Graeme Woodley, ha detto che il fatto che la banca centrale voglia abbassare nuovamente il tasso di sconto per limitare l'impatto della recessione e stimolare la crescita economica è un'ottima notizia per tutti i consumatori.

Woodley ha dichiarato che "in un periodo dove il valore degli immobili continua a salire, un ambiente caratterizzato da bassi tassi di interesse ha un effetti positivi sulla sostenibilità dell'acquisto del mattone".

"L'Istituto nota con piacere che la banca centrale ha riconosciuto che l'attuale tendenza al rialzo del mercato immobiliare non ha provocato un aumento dell'indebitamento delle famiglie, e dunque non deve «spingere il freno», dato che i consumatori erano più indebitati negli anni Novanta".

di Paolo D'Agostino



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it