QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Mon23Jun200308:00
La settimana di Freddie Mac

Nel caso in cui voi foste stati all’estero, la scorsa settimana è stata “La settimana di Freddie Mac”, a Washington e non. Il licenziamento del presidente della società David Glenn e l’immediato “pensionamento” del suo amministratore delegato di lungo corso Leland Brendsel ha consumato la stampa specializzata.

Secondo numerose interviste condotte da National Mortgage News presso diverse fonti ben informate, così si sono svolti i fatti:

Fonti vicine a Freddie Mac notano che la catena degli eventi che ha portato al licenziamento di Glenn, al pensionamento di Brendsel e alle dimissioni di un altro dirigente iniziarono ben prima dello scorso 9 giugno.

Circa un anno fa, il consiglio di amministrazione di Freddie Mac ha chiesto a Brendsel di portare avanti un piano per la sua successione. Il consiglio voleva un ricambio nella compagnia… e non voleva aspettare. Ma Brendsel temporeggiò.

Finchè, all’ultimo, iniziò qualcosa che potesse assomigliare a una ricerca ufficiale per la sua successione. Glenn, invece, apparentemente non aveva la stessa opinione sul nuovo corso. Ma i due uomini, una volta considerati molto vicini, non lo erano più. Un dirigente di Freddie mac ha descritto la loro relazione come «una coppia che non funziona».

Glenn poi aveva la costante abitudine di tenere un diario dei molti incontri coi dipendenti di Freddie Mac, e senza i dirigenti. I suoi diari sono dei quadernetti a spirale, e lui ne ha portati alcuni nello scaffale del suo ufficio. Fonti ben informate dicono che i diari risalgono sino a 13 anni fa. Ma una sorge una questione legale: a chi appartengono quei quadernetti? A Glenn o alla società? Glenn sembra aver modificato alcuni dei diari, specialmente nei riguardi del controllo.

Il consiglio di amministrazione di Freddie Mac (in particolare l’ex sottosegretario al Tesoro Gorge Gould) era furente per tre cose: i dubbi per la successione di Brendsel, la mancata comunicazione degli utili del primo trimestre e la perdita di quote di mercato a favore di Fannie Mae. Quando fu palese che Glenn stava modificando i suoi diari, il consiglio lo usò come una scusa per fare piazza pulita.

Una fonte informata sui fatti dice con assoluta certezza che il nuovo amministratore delegato di Freddie Mac Greg Parseghian vuole i diari (almeno alcuni, quelli più rilevanti). Freddie Mac non vuole commentare questa affermazione. Ma ora gli avvocati di Freddie Mac e i consulenti di Glenn stanno facendo un tira e molla per stabilire quale  parte ha i diritti legali sui diari.

Fonti dicono anche che almeno un altro dirigente di Freddie Mac potrebbe perdere presto il proprio posto di lavoro e che Parseghian sta cercando di portare nella società forze fresche… e in fretta!

National Mortgage news