QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Fri14Feb200316:15
Si avvicina una tregua per il mercato immobiliare?
La compravendita di case ha continuato la lunga fase di crescita anche nel 2002, con oltre 650.000 contratti conclusi e prezzi in aumento mediamente del 7,5%.
Ma nel 2003 il numero dei rogiti dovrebbe stabilizzarsi, mentre i prezzi dovrebbero rallentare, chiudendo con un aumento del 3/5%. Lo ha detto il presidente della Gabetti, Elio Gabetti, presentando il periodico osservatorio sul mercato immobiliare (disponibile sul sito www.gabetti.it in un'area riservata [la password si deve richiedere]). «Se non si attua una diversa politica della casa la domanda continuerà ad essere superiore all'offerta e sul mercato resteranno solo locali di qualità scadente e in zone poco appetibili».
 
Una domanda spinta, negli ultimi due anni, anche dalla sempre crescente scelta del mattone come bene rifugio e dalla necessità di investire i soldi riportati in Italia con lo scudo fiscale.
Se chi riporta in patria grossi capitali riesce ad accaparrarsi alcuni dei pochi immobili di prestigio dei centri storici, chi sceglie la casa come alternativa agli altri investimenti o cerca la prima abitazione, punta soprattutto sui trilocali o, per ripiego, sui bilocali (nel semicentro o nelle periferie ben servite dai mezzi pubblici) o nell'hinterland, comunque appartamenti di qualità.
 
La spesa media dei clienti Gabetti è stata di 168.000 €, per il 57% finanziati tramite mutuo, preferibilmente a tasso variabile (60,8% dei casi) e a scadenza sempre più lunga (10 anni nel 52,2% dei casi).
Chi sa di avere un prodotto vendibile cerca di alzare il prezzo ed è per questo che la forbice tra quello poposto e quello effettivamente ottenuto al momento del rogito è salita all'8,2% e i tempi di attesa per lo smobilizzo dell'immobile sono compresi tra i 90 e i 150 giorni.
Al Sud si registrano i primi cali di prezzo, addebitati in particolare alla difficoltà di piazzare appartamenti che non rispondono ai criteri minimi pretesi dai potenziali acquirenti.
www.metroitaly.it