QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Tue11Feb200323:17
Nuova iniziativa per Abbey National Bank
Novità da Abbey National Bank che ha deciso di applicare lo spread zero a due dei suoi prodotti più richiesti: il Mutuo Creativo e il Mutuo Tradizionale

A tutti coloro che richiederanno Mutuo Creativo e Mutuo Tradizionale nel periodo compreso fra il 27 gennaio e il 30 maggio 2003 verrà applicato per due anni, e cioè fino al 15 marzo 2005, un tasso di interesse pari esclusivamente all’Euribor senza spread aggiuntivo da parte della banca.

In buona sostanza, Abbey National Bank decide di non guadagnare nulla sui clienti di nuova acquisizione: per i primi due anni ciò che la banca paga sul mercato dei capitali, paga anche il cliente.

 

 Creativo e Tradizionale sono i prodotti di punta del portafoglio mutui di Abbey, possono finanziare fino al 100% del valore dell’immobile e la loro durata può arrivare ad un massimo di 30 anni.

 

Secondo Donatella Squellerio, Direttore Marketing di Abbey National Bank,  "La decisione di applicare uno spread zero su Creativo e Tradizionale è solo l’ultima della serie di inziative che la nostra banca ha lanciato per facilitare l’acquisto della casa. Dopo l’opzione 100% che dà la possibilità di avere su tutti i nostri prodotti un finanziamento pari all’intero valore della casa e l’estensione a 30 anni della durata massima del mutuo lo spread zero, - conclude Squellerio - accentua la nostra caratterizzazione di banca attenta a soddisfare il desiderio di casa".

 

Mutuo Creativo è il mutuo che Abbey ha studiato su misura per i giovani. Si tratta di un mutuo a tasso variabile, caratterizzato da rate costituite dai soli interessi per i primi cinque anni e dalla restituzione del capitale gestita autonomamente secondo le esigenze del cliente.

 

Mutuo Tradizionale è un mutuo a tasso variabile adatto per chi ha voglia di legare il proprio mutuo all’andamento del mercato finanziario. Ogni rata è composta da una quota che va a restituire una parte del capitale prestato, e da una quota che costituisce gli interessi da pagare sul capitale residuo.