QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Novità in vista per quelle giovani coppie che vogliono acquistare la loro prima casa e che, come un po’ tutti d’altronde, incontrano pesanti difficoltà nella loro richiesta di finanziamento.

Le novità sono quelle che vengono fuori dal Dpr 103/2013, recentemente varato dal Governo Letta, e che va rimodulare tutta una serie di benefici e di detrazioni già previsti all’interno del Dpr 25 del 2010, anche noto come Piano Casa.

Il nuovo decreto ha modificato in particolare i requisiti per la richiesta dei mutui a tasso agevolato, sostenuti tramite il Fondo di Garanzia per mutui agevolati ai giovani. Si tratta di un fondo istituito circa tre anni or sono dall’allora Ministro della Gioventù Meloni, al fine di sostenere le giovani coppie nell’acquisto della prima abitazione, tramite mutui a tasso agevolato.

I nuovi requisiti imposti per l’accesso al fondo prevedono un reddito ISEE massimo della coppia che non superi i 40 mila euro annui; in più, rispetto a prima, viene abolito il requisito secondo cui almeno uno dei due coniugi doveva essere impiegato con un lavoro atipico.

L’importo massimo del mutuo per cui è possibile richiedere le agevolazioni del fondo non deve superare i 200 mila euro, mentre vengono fissati paletti sul tipo di tasso da scegliere tra fisso o variabile.

Infine, l’abitazione deve avere una superficie di al massimo 95 mq e non deve essere accatastata nelle categorie di maggior pregio A1, A8 e A9, ovvero le abitazioni signorili, le ville ed i castelli.

A queste misure si aggiungono poi le detrazioni sugli interessi passivi dei mutui, che si misurano sempre nella percentuale del 19% ma per un massimo annuo passato da 760 euro a 570; durante il primo annuo possono essere portate in detrazione (per il 10%) anche le spese notarili, di perizia e di intermediazione immobiliare sostenute per l’acquisto della casa.




Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it