QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Tue24Dec200210:00
Convenzione per i mutui tra Inpdap e 21 banche
Dal prossimo anno prenderanno il via la convenzione tra l'Inpdap e 21 istituti finanziari che consentirà ai pensionati e ai dipendenti delle Pubbliche amministrazioni di ottenere mutui e prestiti a tasso agevolato anche dagli istituti di credito. Con questo accordo, oltre a ricorrere ai normali finanziamenti dell'Inpdap, i dipendenti ed i pensionati pubblici potranno ottenere prestiti a tassi agevolati dal sistema bancario e finanziario da restituire mediante trattenuta sulla pensione o ritenuta delegata in busta paga (con lo schema tecnico della cessione del quinto dello stipendio, dunque).

Nella convenzione sono indicati i tassi, omnicomprensivi di tutte le spese, oneri ed assicurazioni.
Per i mutui da 15 anni i tassi fissi non saranno superiori al 6,4%, per i ventennali al 6,7%, per i venticinquennali al 6,8%.
Per il tasso variabile i mutui non dovranno superare rispettivamente il 4,6%, il 4,7% e il 4,8%.
L'importo concedibile sarà compreso tra un minimo di 30.000 ed un massimo di 200.000 Euro.


Per i prestiti personali, il Taeg non deve essere superiore all'8% e l'importo sarà compreso tra i 500 e i 30.000 Euro.Metro



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it