QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Continuano a crescere, sebbene a un ritmo più lento, i crediti bancari a rischio insolvenza: alla fine di settembre l´ammontare complessivo aveva raggiunto i 50 miliardi di euro, riflettendo la difficile situazione che in cui versano famiglie e imprese.

Il tasso dei prestiti in sofferenza è salito al 22,5 per cento in settembre, dal 21,4 per cento di giugno e dal 16 per cento di dicembre: pur proseguendo, la crescita sembra comunque in rallentamento. Secondo le proiezioni, a inizio autunno il dato dovrebbe aver superato i 52 miliardi di euro.

Secondo gli operatori del settore del credito, la stabilità politica creatasi in Grecia a partire dalla formazione dell´attuale Governo, avvenuta in estate, sembra aver concesso una fase di relativo respiro all´economia, soprattutto grazie alla riduzione del rischio di uscire dalla zona euro.

I crediti al consumo in rosso hanno raggiunto gli 11 miliardi di euro, per una percentuale pari al 25 per cento circa; 15 miliardi di euro è invece il valore dei mutui a rischio, mentre di 23,2 miliardi è quello dei crediti in sofferenza relativi alle imprese. 


Marcello Berlich



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it