QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 


Il periodo di mutui convenienti è ormai finito, sentenzia il quotidiano Pravda nell’edizione di lunedì, e soltanto coloro che guadagnano davvero bene, che sono ritenuti dagli istituti di credito meno rischiosi, continueranno a beneficiare di condizioni più favorevoli. Le banche slovacche stanno per reagire ai prossimi cambiamenti nel settore, come l’imposta speciale sulle banche e la crisi greca.
Oggi è possibile ancora prendere in prestito soldi l’acquisto di una casa o appartamento con un tasso di interesse leggermente al di sopra del 4%, e alcune banche hanno anche permesso ai propri clienti di rinegoziare l’importo delle rate del mutuo o di fermare temporaneamente i pagamenti. La cosa è facilitata dal fatto che sui mercati finanziari gli interessi che le banche stesse pagano si muovono vicino ai livelli più bassi in assoluto, come ha detto al giornale la portavoce di UniCredit Bank Slovakia, Zuzana Dudakova. Molto dipenderà dal voto dei greci a metà mese, dopo i risultati senza sbocco delle elezioni parlamentari di maggio, e se il nuovo governo di Atene porterà il paese ad uscire dalla Zona Euro, scrive Pravda.

Intanto il governo ha annunciato l’intenzione di aumentare il prelievo alle banche dall’attuale 0,4% di attività selezionate, e anche di imporre un prelievo straordinario nell’ultimo trimestre di quest’anno per incrementare gli incassi delle entrate di bilancio. I provvedimenti pensati dai socialdemocratici potrebbero costare alle banche 175 milioni in totale quest’anno e il prossimo.Secondo il capo economista di VUB Banka, Zdenko Stefanides, è più che probabile «che ci sarà un moderato aumento dei mutui».


Fonte: www.buongiornoslovacchia.sk



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it