QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Tue12Aug201410:00
ITALIA/Reddito famiglie a livello fine anni Ottanta. Nomisma
Nel 2013 il potere d`acquisto pro capite delle famiglie è diminuito dell`1,3% sull`anno precedente registrando una caduta complessiva rispetto ai valori precrisi del 2007 di quasi il 13%. Lo rileva Nomisma in un suo studio secondo cui "questo calo ha portato il reddito familiare disponibile reale per abitante ai livelli di fine anni Ottanta".
Per cercare di ridurre l`impatto della contrazione del potere d`acquisto le famiglie hanno iniziato ad intaccare lo stock della ricchezza. La tendenza ad assorbire nel risparmio la diminuzione del reddito si è interrotta nel 2013, quando alla caduta del potere d`acquisto delle famiglie si è accompagnata una riduzione più marcata della spesa per consumi pro-capite (-2,8 in termini reali). Ne è conseguito l`aumento della propensione media al risparmio (al 9,8%, +1,4% punti sul 2012), tornata su livelli analoghi a quelli che si avevano prima della crisi del debito sovrano. L`indagine 2014 sulle famiglie condotta da Nomisma sottolinea come l`impatto della crisi è risultato molto differenziato per classi di età: "la caduta dei redditi e degli standard di vita è stata avvertita dalle famiglie giovani più che da quelle anziane, relativamente più coperte dalla caduta dei redditi".


ADUC



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it