QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Wed11Apr200709:30
La maggiore banca slovena NLB all'attacco in Kosovo
Qualche giorno prima di Pasqua, la Nova Ljubljanska Banka ha comperato il 50,14% della banca kossovara Kasabanka sh.a., entrando in modo diretto sul mercato bancario del Kosovo, di fatto il 18. mercato nazionale nel quale il Gruppo NLB opera. In questi mercati il Gruppo NLB possiede 15 banche, 11 aziende di leasing, 11 aziende di factoring e/o forfaiting, 4 assicurazioni, 1 azienda di gestioni patrimoniali e 16 aziende di altri settori.

Il passaggio però non è stato senza difficoltà oggettive. Solo qualche settimana prima il direttore generale di Kasabanka, Milazi Abasi, veniva arrestato in quanto incolpato di riciclaggio. L'accusa ipotizzava che nella banca si raccoglieva danaro per le spese legali dell'ex premier del Kosovo, Ramush Haradinaj, chiamato dalla Del Ponte davanti alla corte del Tribunale dell'Aja. Sembrava infatti che la Banka non avrebbe annotato dei versamenti in contanti che per importo (maggiori di 10mila euro) o per numero eccessivo, dovevano essere segnalati. In un paio di giorni Abazi (ora agli arresti domiciliari) fu licenziato e sostituito con il nuovo direttore generale Tadej Turk.


Oltre all'acquisizione della Kasabanka, sembra che nei prossimi giorni ci potrebbero essere ulteriori colpi di scena per nuovi interessamenti e/o addirittura di acquisizioni di altri banche o di società collegate, sempre da parte della NLB.

Portalino press agency, Osservatorio sui Balcani, NLB.si