QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

L’ austriaca Erste Bank ha siglato un accordo con il Governo serbo per l’ acquisto dell’ 83,3% di Novosadska Banka al prezzo di 73 milioni di euro. Si tratta di un prezzo del 3% più alto del valore contabile dell’ istituto, secondo quanto affermato dal ministro delle Finanze, Mladjan Dinkic. La banca austriaca è stata scelta quale vincitrice della gara per Novosadska Banka a maggio, battendo la concorrenza dei greci di Efg Eurobank Ergasias e di UniCredit. Gli accordi prevedono, tra l’ altro, l’ apertura di una linea di credito da 15 milioni di euro per piccole e medie imprese con tassi di interesse del 2% più bassi rispetto a quelli di mercato.

Un’ altra linea di credito del medesimo valore sarà aperta per finanziare attività edilizie e una terza, da 10 milioni, sarà attivata a beneficio dei più grandi clienti della banca. Erste Bank aveva comunicato a maggio di voler investire 35 milioni di euro nell’ aumento di capitale di Novosadska Bank per assicurarle un ruolo di primo piano nel mercato serbo.

In cinque anni, gli austriaci vogliono portarne la quota di mercato dal 2% al 10%, aumentando il numero delle filiali dalle attuali 70 a 120 circa. Alla fine di marzo, gli asset dell’ istituto ammontavano a 10,473 miliardi di dinari (pari a 160 milioni di euro circa), ponendola al quattordicesimo posto tra le banche serbe. Novosadska ha 873 impiegati e circa 260mila clienti. ICE



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it