QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Thu28Oct200412:00
FriulAdria si rafforza in Slovenia: importanti le novità
Sale la partecipazione nella Dezelna Banka Slovenije, e Banca d'Italia autorizza FriulAdria a svolgere direttamente l'attività bancaria in Slovenia. Un centinaio di sportelli, circa 400 dipendenti e oltre 50 mila clienti. Questa è la realtà di Dezelna Banka Slovenije, l'istituto di credito sloveno nel quale Banca Popolare FriulAdria ha incrementato la propria partecipazione dall'1 al 5,5% diventandone di fatto il terzo principale azionista.
L'operazione fa parte del progetto di sviluppo nel mercato sloveno, coerente con la nuova mission di espansione verso Est affidata a FriulAdria dalla capogruppo Banca Intesa.

Dezelna è una banca locale molto attiva nel comparto agricolo e agro-alimentare. La compagine sociale è rappresentata da un azionariato sloveno diffuso e da un socio di riferimento costituito dall'Associazione delle Casse Rurali (HKS) che detiene circa il 42% del capitale. A seguito del processo di accorpamento recentemente concluso con le casse rurali, Dezelna è cresciuta fino a diventare la seconda banca slovena per numero di sportelli.

La collaborazione tra Dezelna e FriulAdria è iniziata nei primi mesi del 2004 con la stipula di un accordo commerciale tra i due istituti per la distribuzione di prodotti e servizi di FriulAdria e del Gruppo Intesa in Slovenia. Una partnership resa più solida dall'acquisto, da parte di FriulAdria, di una partecipazione azionaria di poco inferiore all'1% nel capitale di Dezelna. Oggi l'aumento della partecipazione fa della banca slovena un partner strategico del Gruppo Intesa. Ciò rappresenterà un indubbio vantaggio competitivo in particolare per FriulAdria che potrà assistere al meglio la clientela italiana interessata ad espandersi in Slovenia.

A supporto dell'attività diretta in loco FriulAdria ha creato una struttura ad hoc denominata "Sviluppo Commerciale Territoriale Estero". Inoltre ha anche ottenuto il benestare dalla Banca d'Italia ad operare in Slovenia in regime di libera prestazione di servizi per tutte le attività bancarie riconosciute a livello comunitario.
Il provvedimento, approvato anche dall'Autorità di Vigilanza slovena, consentirà all'istituto la raccolta di depositi o di altri fondi, operazioni di prestito, leasing finanziario, emissione e gestione di carte di pagamento, operazioni in valori mobiliari, consulenza finanziaria alle imprese, gestioni patrimoniali, servizi di intermediazione finanziaria e altro ancora.

Le nuove sinergie attivate dovrebbero tradursi, infine, in un ulteriore sviluppo dell'attività di Centurion d.o.o., la società finanziaria concessionaria esclusiva delle carte American Express in Slovenia, detenuta al 75% da FriulAdria, la cui gestione sta dando risultati ampiamente soddisfacenti.

"La strategia di penetrazione nel mercato sloveno si sta ormai delineando - spiega l'amministratore delegato di FriulAdria Luigi De Puppi - e la stretta collaborazione con Dezelna ne è il motivo dominante".
"La Slovenia rappresenta uno dei paesi più evoluti dell'area danubiana, con il più elevato livello di reddito pro capite e il miglior rating. Nello stesso tempo, però, presenta caratteristiche tali da consigliare forme di presidio diverso rispetto a quelle di paesi come Ungheria, Croazia e Slovacchia dove il Gruppo Intesa è già presente con proprie controllate".
"Le operazioni che abbiamo concluso e quelle in via di perfezionamento conferiranno un impulso decisivo allo sviluppo di FriulAdria nel mercato sloveno con grandi benefici per le imprese del nostro territorio impegnate nel processo di internazionalizzazione". Comunicato stampa Banca Friuladria



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it