QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Con la vendita della maggior banca del paese, l'Albania ha fatto un grande passo avanti nella privatizzazione di settori strategici della propria economia.

Il 17 dicembre la Savings Bank of Albania è stata ceduta alla Raiffeisen Zentralbank Osterreich AG per $126m (circa 102m di euro).


Il governo ha approvato la vendita qualche giorno dopo in una riunione straordinaria. Il primo ministro Fatos Nano ha dichiarato con entusiasmo che questa vendita arricchirà il paese, il bilancio dello stato e i programmi di sviluppo del paese. Un portavoce ufficiale del governo ha dichiarato inoltre che l'importo offerto dalla banca austriaca era maggiore del previsto.


La Savings Bank è in fase di riorganizzazione. In ogni caso ha uno share di mercato del 75% con circa 400 mila clienti.


La Raiffeisen era una dei due candidati per l'affare della Savings Bank: l'altra banca era l'ungherese OTP, che ha accusato le autorità albanesi di irregolarità. Stando a quanto afferma la banca ungherese, il ministro delle Finanze era favorevole alla Raiffeisen già dall'inizio, non prendendo in considerazione la loro offerta.


La Raiffeisen copre attualmente oltre il 25% del mercato austriaco, con il 28,2% dei depositi, il 22,1 dei mutui e il 28,9% dei fondi. In giugno il capitale era di 50.453m di Euro. In passato aveva già fatto shopping all'estero, acquisendo la Market Banka in Bosnia-Herzegovina (2000), la HPB e la Banca Agricola (2001) e nel 2002 la Bank of Kosovo.


Il governo albanese sta cercando investitori per ulteriori grosse privatizzazioni come per il gigante delle telecomunicazioni Albtelekom, oltre alla Albanian Power Corporation, le ferrovie dello stato, il porto di Durazzo, l'industria del carbone, la gestione dell'acqua e la compagnia statale dei trasporti, la Albtransport.

Portalino press release - from setimes.com



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it