QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Thu08Mar201210:45
Croazia, profitti 2011 del settore bancario nazionale

Secondo i dati pubblicati dalla Banca nazionale Croata (HNB), le banche in Croazia durante 2011 hanno continuato a incrementare il valore degli immobili ed i profitti.
Lo dimostrano gli ultimi dati della Banca nazionale (HNB) sulla gestione del sistema bancario nel 2011. In base a tali dati, prima dell’applicazione della tassazione, il profitto complessivo del sistema bancario per l’anno scorso era di poco superiore ai 4,7 miliardi di kune (ca. 0,62 miliardi di euro) cioe' quasi il 10 % in piu' rispetto allo stesso periodo del 2010, quando il profitto equivaleva a circa 4,3 miliardi di kune (0,57 miliardi di euro).

L'HNB non ha reso nota la struttura degli utili, ma è noto che l’aumento deriva in maggior parte da quello delle provvigioni. Il profitto maggiore, superiore a 1,6 miliardi di kune (0,21 miliardi di euro) lo ha realizzato la principale banca croata, la Zagrebacka banka, seguita dalla PBZ con 1,4 miliardi di kune (ca. 0,18 miliardi di euro). Al terzo posto si e' piazzata la Erste, con poco piu' di 800 milioni di kune (ca. 106,66 milioni di euro) di profitto. In base ai dati dell’HNB, hanno avuto una gestione in negativo otto banche (minori) croate, cioe' la Banka Brod, la Banka kovanica, la Croatia, la Nava, la Primorska, la Tesla, la Vaba e la Veneto.

Un aumento significativo si e' verificato nel valore del patrimonio delle banche. Infatti i dati della HNB rilevano che il valore complessivo del patrimonio di 32 banche croate nell’ultimo anno ammontava a 407,4 miliardi di kune (54,32 miliardi di euro), cioe' un quinto in piu' del valore complessivo di materiali e servizi prodotti all’interno dei confini nazionali.


Fonte: ICE