QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Il Governatore della Banca Centrale di Grecia Giorgos Provopoulos ha affermato nei giorni scorsi di prevedere che nel corso del 2011 un consolidamento dell´attività nel settore bancario, caratterizzata dalla necessità degli operatori di prendere iniziative per poter affrontare la crisi del debito sovrano; Provopoulos ha affermato che le banche sono ancora in una situazione difficile a causa della crisi fiscale e che nel corso del 2011 il settore subirà un riassestamento all´insegna di fusioni e cooperazione tra vari soggetti.

I progetti di fusione quindi non tarderanno a realizzarsi: l´ultimo tentativo in questo senso è stato quello della Banca Nazionale, la maggiore della Grecia, che il mese scorso ha tentato l´acquisizione di Alpha Bank, offrendo quasi tre miliardi di euro per il suo intero pacchetto azionario; Alpha ha respinto l´iniziativa, giudicandola non nell´interesse degli azionisti.

I processi di concentrazione dovrebbero inoltre permettere al settore bancario ellenico di diminuire la propria dipendenza dai finanziamenti della Banca Centrale Europea che, nel corso della crisi finanziaria, hanno raggiunto quota 95 miliardi di euro, pari al 19 per cento degli asset del sistema. Recentemente Moody´s, ha rivisto al ribasso il rating di sei banche greche, citando come cause le pressioni sulla liquidità, la qualità degli asset e l´esposizione al debito greco.



Marcello Berlich



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it