QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Thu03Mar201115:30
Albania: banche respingono accuse su livello delle commissioni
L´Associazione Albanese delle Banche ha respinto nei giorni scorsi le accuse mosse dal Governo sul livello troppo alto delle commissioni, mostrando uno studio secondo il quale queste in Albania sono analoghe, se non meno care, rispetto a quelle del resto della regione. La polemica tra banche e Governo era stata aperta il mese scorso dal Primo Ministro Sali Berisha, che aveva minacciato di aumentare le tasse sulle banche, che in Albania sono in gran parte di proprietà straniera e sulle aziende di telecomunicazioni, affermando che commissioni e prezzi da queste praticati sono immotivatamente alti. In Albania operano 16 banche; leader del mercato è l´autriaca Raiffeisen Bank.

Lo studio presentato dalla Associazione delle Banche, condotto in nove Paesi dell´area -  Albania, Bulgaria, Croazia, Cipro, Grecia, Kosovo, Macedonia, Serbia and Turchia - confronta prezzi e commissioni praticate per 20 comuni prodotti bancari retail, come conti correnti, e-banking, carte e pagamenti. I risultati mostrano che le commissioni praticate in Albania sono pari o inferiori a quelle degli altri Paesi in 17 casi, superandole lievemente solo in 3; anche per questi ultimi però, vi sono banche in Albania che praticano prezzi inferiori a quelli della media regionale, o che addirittura li erogano gratuitamente, il che mostra come i clienti albanesi abbiano la possibilità di scegliere,

Lo studio mostra che i ricavi bancari da commissioni coprono solo il 21 per cento dei costi operativi delle banche albanesi, contro una media regionale del 37 per cento: la conclusione cui giunge l´Associazione di categoria  è che, pur avendo costi più elevati (dovuti all´infrastruttura ancora in via di sviluppo, a un´economia ancora fondata sui pagamenti cash, alla scarsa popolazione), commissioni e prezzi praticati dalle banche albanesi sono addirittura più bassi di quanto dovrebbero essere per coprire tali spese.



Marcello Berlich