QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

“La finanza etica per la pace. Trasparenza e partecipazione per un'altra finanza” è il titolo della 4° Giornata nazionale della Finanza Etica e Solidale, promossa dall' Associazione Finanza Etica, rappresentante e coordinatrice del vasto arcipelago di organizzazioni italiane che sostengono lo sviluppo e la promozione culturale del risparmio solidale.
La manifestazione - che si terrà oggi a Bologna – ha avuto un prologo, il 18, a Firenze, in concomitanza con l'apertura ufficiale dell'Anno internazionale Onu sul microcredito: tre workshop pomeridiani e un evento serale di introduzione alla finanza etica che genera processi di pace attraverso le sue declinazioni pratiche.

I lavori saranno introdotti da Marco Gallicani, direttore dell'Associazione Finanza Etica, dal presidente della Regione Emilia Romagna, Vasco Errani, dal sindaco di Bologna, Sergio Cofferati, da Beatrice Traghetti, presidente della Provincia di Bologna.
Seguiranno due sessioni:
Lo scenario: i mercati finanziari, le reti illecite, l'ipotesi nonviolenta e l'altra economia coordinata da Lorenzo Guadagnucci;
Le pratiche: la finanza etica come occasione di pacificazione, coordinata da Sabina Siniscalchi, di Banca Etica.

Nella seconda sessione è previsto, tra gli altri, l'intervento del presidente della BCC di Treviglio e Geradadda, Gianfranco Bonacina, che parlerà del progetto immigrati realizzato dalla Banca. Infine, le conclusioni ( società civile e mondo bancario a confronto per un modello di credito nonviolento) con gli interventi di Corrado Passera, amministratore delegato di Banca Intesa, Fabio Salviato, presidente di Banca Etica, Pierluigi Vigna, procuratore nazionale Antimafia, e don Luigi Ciotti di Libera. Comunicato stampa Federcasse



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it