QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Patto anti-usura nella Capitale tra banche, Comune e imprese. La BCC di Roma in prima linea Crediti più facili a piccoli imprenditori, artigiani e commercianti per contrastare l'usura e per favo... ...rire la crescita e lo sviluppo dell'economia romana. Un lungo tunnel buio in cui finiscono soprattutto piccoli imprenditori, artigiani e commercianti che non riescono ad accedere ai canali tradizionali del credito. Una azione concreta per contrastare il grave fenomeno dell'usura viene dal Campidoglio, dove nei giorni scorsi è stato stipulato un accordo tra Comune, alcune banche, tra cui la Banca di Credito Cooperativo di Roma, i Confidi (consorzi di garanzia collettiva fidi) e le associazioni di categoria degli operatori economici di Roma. Finalità dell'accordo è quella di potenziare il rapporto tra banche e Confidi, organismo territoriale che facilita le piccole e medie imprese nell'accesso al credito e destinatario dei fondi speciali antiusura. Il “patto anti-usura” servirà ad istituire una rete di accoglienza per tutti quei soggetti che svolgono attività economica e che si trovano in una posizione di marginalità rispetto al circuito creditizio, rischiando, quindi, di divenire vittime dell'usura. L'accordo prevede infatti la possibilità di accedere a prestiti a condizioni migliori, oltre a facilitazioni normative e fiscali legate al credito per l'impresa. Una possibilità in più, inoltre, per i “protestati”, per coloro che hanno emesso assegni a vuoto: le banche valuteranno i singoli casi per stabilire o meno la concessione del prestito. All'interno delle banche un “referente” seguirà l'iter istruttorio dei fidi che avrà durata massima di trenta giorni. Con il protocollo d'intesa viene infine istituito un 'Osservatorio' con il compito di verificare periodicamente le convenzioni stipulate tra le banche e i Confidi. Comunicato stampa: Credito Cooperativo - Federcasse



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it