QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Mon24Feb200307:55
Il recepimento della direttiva sulle crisi degli enti creditizi
La legge comunitaria 2002, all'art. 29 detta le norme per il recepimento in Italia della direttiva 2001/24/CE sulla disciplina di risanamento e liquidazione degli enti creditizi. Entro il maggio 2004 gli Stati Membri dovranno dotarsi di una nuova normativa che non intende introdurre una disciplina comunitaria delle crisi bancarie, quanto fornire una normativa comune in grado di determinare quale procedura si debba applicare. Fino ad oggi la disciplina nazionale applicabile è quella prevista dal titolo IV del TUB, che dovrà necessariamente essere rivisitato in virtù dei due nuovi principi della direttiva 2001/24:
a) il principio dell'home country control per il quale la competenza sull'applicazione dei provvedimenti di risanamento e liquidazione spetta alle Autorità del paese di orgine dell'ente creditizio;
b) il principio dell'universalità per il quale i provvedimenti secondo il principio sub a) producano i loro effetti anche nei confronti degli altri Stati Membri ove sono presenti le succursali

Nella sezione Basilea2 di Bancalex, Alessandra Pagliari ci illustra i principi di questa direttiva nonchè come dovrà comportarsi il legislatore nazionale in sede di recepimento.Bancalex press release