QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Le istituzioni sudafricane devono prendere in considerazione le opportunità commerciali in Croazia, ha dichiarato il Vice Ministro degli Esteri Aziz Pahad in conclusione della sua visita ufficiale nel Paese.

"Il vice ministro Pahad ... ha esortato il settore parastatale e privato del Sudafrica a considerare seriamente le eccellenti opportunità che esistono in Croazia e nella regione" ha detto il portavoce, Ronnie Mamoepa.

"Entrambe le delegazioni hanno concluso che, considerando la posizione strategica di entrambi i Paesi come porte d'accesso alle loro rispettive regioni, l'attuale livello di commerci bilaterali non rifletteva il potenziale esistente," ha detto Mamoepa.

La Croazia e il Sudafrica si sono impegnati "a fare ciò che è necessario a creare le condizioni per investigare e sfruttare le opportunità esistenti nei due Paesi". Pahad ha detto che il governo "disporrà strutture politiche e legislative che facilitino la cooperazione economica tra i due Paesi".

Il vice ministro "ha anche ribadito che, come futuro membro dell'Unione Europea, la Croazia ha l'eccellente opportunità di beneficiare dell'Accordo per il Libero Scambio, che già esiste tra il Sudafrica e l'UE".

Pahad ha incontrato il suo equivalente, Segretario di Stato per gli Affari Esteri Hido Biscevic, il vice presidente del parlamento croato Luka Bebic e membri della Commissione Parlamentare Croata per la Politica Estera. Pahad e la commissione per la politica estera "hanno convenuto che le relazioni parlamentari tra i due paesi debbano essere allargate", ha detto Mamoepa.

Nei suoi colloqui con Bescevic, Pahad ha impegnato il Sudafrica "ad aumentare le relazioni politiche, economiche e culturali con la Croazia ed altri paesi della regione".
Ha anche informato Bescevic dell'Unione Africana, inclusa l'inaugurazione del Parlamento Pan-Africano, il Piano di Azione per l'Africa dei G-8 e la Commissione Africana stabilita dal Primo Ministro Tony Blair.

"E' stato anche stabilito che i 3.000-5.000 Croati e Sudafricani di origini croate che vivono in Sudafrica siano usati strategicamente per rafforzare le relazioni tra i due paesi," ha detto Mamoepa. I due paesi hanno anche convenuto alla cooperazione nello sviluppo delle risorse umane, comprese probabili borse di studio.

"E' stato anche convenuto che le opportunità turistiche tra i due paesi siano sfruttate per il mutuo beneficio," ha detto Mamoepa. Cinquemila sudafricani hanno visitato la Croazia nel 2004.

Sapa; www.seeurope.net



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it