QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Mon13Sep200410:00
OCSE: la nuova direzione per le PMI affidata ad un italiano
L'Ocse (l 'Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico) ha deciso di seguire più da vicino i problemi dello sviluppo locale e delle piccole e medie imprese con la creazione di una nuova struttura, affidata all'italiano Sergio Arzeni, che prima di assumere la direzione del Centro guidava il programma LEED (Local Employement ad Employment Development). 

La nuova direzione fa capo direttamente al segretario generale dell'Ocse Donald Johnston e riunirà non solo il LEED, che dipendeva alla direzione del lavoro e affari sociali, ma anche l'unità SME (piccole e medie imprese) che faceva capo alla DSTI (direzione per la scienza, la tecnologia e l'industria). La nuova direzione, indica l'Ocse nel suo comunicato, "avrà come missione anche quella di diffondere le migliori pratiche per l'elaborazione e l'attuazione delle politiche che favoriscono l'imprenditorialità".

Secondo l'Ocse, l'incoraggiamento dell'imprenditorialità "rimane una delle grandi priorità de i poteri pubblici in quanto un settore di PMI dinamico è essenziale per la creazione di posti di lavoro, la coesione sociale, l'innovazione e la crescita".  Sull'imprenditorialità, lo sviluppo locale e le PMI l'Italia è sempre stata molto attiva in seno all'Ocse, sia promuovendo 4 anni fa la prima conferenza ministeriale a Bologna, seguita a giugno di quest'anno da una seconda a Istanbul, sia con la creazione del centro Ocse di Trento, primo centro dell'Ocse fuori Parigi, che sarà parte integrante della nuova struttura.

Newsletter Informest



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it