QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Sat14Jun200317:00
Le imprese del terziario protagonisti dello sviluppo dell'economia italiana
Il workshop “Il Terziario motore di sviluppo dell’economia: le sfide per il management”, che ha aperto la 61a Assemblea Fendac (Federazione nazionale dirigenti e quadri del commercio,  trasporti,  turismo,  servizi e terziario avanzato), ha candidato il terziario a guidare la ripresa e lo sviluppo dell’economia nazionale.
“La svolta e la ricetta per lo sviluppo della nostra economia passa per una crescita che deve essere soprattutto qualitativa e quindi per un rafforzamento dell’intelligenza terziaria, sia con maggiori contenuti di professionalità di tipo terziario all’interno delle imprese, sia con un’ulteriore crescita del settore dei servizi.”
Questa la tesi sostenuta da Sergio Billè (Presidente Confcommercio), Mario Resca (Presidente Mc Donald’s Italia), Enzo Rullani (Docente di Economia Università di Venezia), Bruno Tabacci (Presidente Commissione attività produttive Camera dei Deputati) e Cesare Vaciago (City Manager Comune di Torino) .

Claudio Pasini, Presidente Fendac, ha affermato che “il management del terziario è indispensabile per addomesticare la complessità e farla fruttare. Per recuperare efficienza ed efficacia non solo per per il settore, ma per l’intero sistema economico. Per risolvere sinergicamente l’osmosi tra pubblico e privato.

“Il terziario è il futuro, ma la politica e le istituzione non vogliono capirlo. Anche nella improrogabile crescita del Mezzogiorno ­ ha detto Pasini - c’è tanto bisogno di terziario e di capacità manageriali.” Ha dichiarato Sergio Billè.


Fendac nel corso della sua 61a Assemblea compie un ulteriore passo nel processo di riorganizzazione e riposizionamento già avviato e finalizzato a gestire i forti mutamenti in atto nel mondo del terziario e a rispondere con efficacia alle esigenze del management del terziario oltre che a svolgere una funzione di presidio verso le nuove figure professionali (professional, CoCoCo,..).
Fendac - forte di oltre 50 anni di rappresentanza all’insegna dell’anticipazione delle esigenze grazie a un contratto diventato punto di riferimento dei manager - ha raccolto la sfida aprendo alle nuove figure manageriali e ricercando percorsi comuni e scambi con il management pubblico e con altri importanti soggetti direttivi del mondo del terziario.
Immediapress



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it