QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Destinata ad entrare in vigore dal 1 gennaio 2005, la nuova definizione di Pmi messa a punto dalla Commissione europea non modifica il numero dei dipendenti, ma cambia la soglia del fatturato e quella del totale di bilancio che, per la prima volta, viene indicata anche per le aziende più piccole.

In base al testo alla nuova versione, l´impresa di media dimensione, oltre ad avere un numero inferiore a 250 dipendenti, deve presentare un fatturato annuale minore o pari a 50 milioni di euro (nel 1996 il limite era di 40 milioni) e un totale di bilancio che non superi i 43 milioni di euro (27 milioni nel 1996); diversamente la piccola impresa deve avere meno di 50 dipendenti, un fatturato minore o pari a 10 milioni di euro (7 milioni nel 1996) ed un totale di bilancio di 10 milioni (5 milioni nel 1996). Viene infine considerata impresa di piccolissime dimensioni quella con meno di 10 dipendenti e dotata di un bilancio annuale e di un fatturato inferiore o pari a 2 milioni di euro (cifra in passato non definita).

Con questa modifica della prima definizione del 1996, l´esecutivo europeo si pone l´obiettivo di promuovere una maggiore imprenditorialità, ma anche di riservare l´accesso agli aiuti previsti in programmi europei, nazionali o regionali a quelle aziende che effettivamente presentano caratteristiche di piccole imprese.

Newsletter Informest



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it