QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

La lotta alla corruzione sta subendo un rallentamento nella maggior parte dei Paesi del sudest europeo, secondo il report annuale della Banca Mondiale ´World Governance Indicators´, di recente pubblicazione, scrive Setimes. Solo cinque Paesi della regione nel 2007 hanno compiuto progressi in questa direzione, Bulgaria e Kosovo sono tra quelli che hanno peggiorato la loro situazione.

Lo studio copre 212 Paesi e territori, utilizzando 35 differenti fonti di informazione. La Banca misura il livello della governance nei Paesi analizzati in base a sei criteri tra cui la libertà di espressione, la stabilità politica e appunto il controllo della corruzione.
Per ognuno di tali parametri a ogni Paese viene assegnato un punteggio compreso tra 0 e 100. Per quanto riguarda la lotta alla corruzione, il Kosovo, con un punteggio di 25.6, ha la peggiore performance nella regione; il Kosovo è anche il Paese col peggiore scarto rispetto al 2006 (quando aveva ottenuto 34 punti).

Anche la prestazione della Bulgaria è peggiorata: da 56.8 a 53.1 (peggior punteggio in UE). Bosnia-Herzegovina e Grecia, rispettivamente con 44.9 e 65.7, hanno peggiorato entrambe di 3.2 punti rispetto all´anno scorso. Cipro è scesa - da 77.7 a 74.9.  Croazia e Serbia (58.9 e 46.4) sono scese rispettivamente di 0.8 e 0.2 punti. A migliorare la propria posizione, in maniera anche significativa, sono state Albania (36.7, +7.6) e Romania (55.6, +7.1). Miglioramenti sono stati osservati anche in Macedonia, Montenegro e Turchia.

Marcello Berlich - by Setimes.Com



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it