QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Dopo l´accesso della Bulgaria in UE, il traffico di TIR si è spostato dal corridoio 10, che attraversa Bulgaria e Serbia, al Corridoio 4, che attraversa Grecia, Europa Centrale, Bulgaria e Romania; lo rivela la Sofia News Agency, riprendendo il quotidiano serbo Politika.

Il traffico di TIR in Serbia è diminuito del 30 percento negli ultimi due anni, anche se il Corridoio 10 offre un percorso più breve e migliori stazioni di servizio e parcheggi. Il governo serbo renderà più brevi le procedure ai valichi e diminuirà le accise per gli stranieri.

La Serbia sta perdendo la battaglia del traffico di TIR anche perché la tassa di transito è più elevata. La tassa di transito giornaliera per TIR in Bulgaria è di 9 euro, mentre in Serbia e Macedonia è di 154 euro; tuttavia sembra che la situazione più favorevole in Ungheria e Bulgaria non durerà a lungo.

Sofia News Agency – by Elena Arena



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it