QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Il Comune di Ancarano, il più giovane fra i 212 comuni sloveni, ha presentato un ricorso contro due decreti emanati dal Ministero dell’Ambiente italiano per evitare lo sblocco della realizzazione del rigassificatore di Zaule, scrive l'ICE.

I due decreti, rispettivamente del 2015 e del 2016, fanno riferimento al parere dell’amministrazione portuale di Trieste sul progetto, inizialmente negativo, ma poi trasformato in positivo, nonché al parere secondo il quale l’investitore (la società Gas Natural) adempie alle richieste ambientali. Ancarano lamenta la “scarsa attività” al riguardo dello Stato e del vicino comune di Capodistria, anch’esso contrario all’impianto.



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it