QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Fri30Jul200412:00
Da Basilea arriva l'INTERNATIONAL JOURNAL OF CENTRAL BANKING
La Banca dei Regolamenti Internazionali ha annunciato la nascita dell'International Journal of Central Banking (IJCB), una pubblicazione tecnica che dal 2005 sarà il punto di incontro per testimoniare le esperienze maturate in ambito bancario e finanziario e confrontarle con le nuove teorie elaborate da studiosi e ricercatori di tutto il mondo.

I principali argomenti che verranno trattati riguarderanno gli aspetti e le evoluzioni macroeconomiche, le politiche monetarie, i modelli econometrici, la finanza ed il mercato dei capitali, il mondo bancario e l'intermediazione finanziaria, l'analisi dei sistemi di pagamento, la sorveglianza bancaria e quanto attiene la stabilità finanziaria internazionale e dei singoli mercati nazionali.

Il progetto congiunto della BIS, delle Banche Centrali Europee e di quelle appartenenti al G10, intende pubblicare articoli, saggi, note e riflessioni, di qualificati esperti, con l'obiettivo di dare un contributo (sia pratico che accademico) sul mondo economico, finanziario e bancario. Il Board sottolinea come il livello della testata sarà molto elevato, poiché punta ad un target altamente qualificato e selezionato.

L'obiettivo principale perseguito nella realizzazione dell'International Journal of Central Banking, è avviare un processo interattivo di scambio (raccolta e diffusione) di notizie, informazioni e dati, sulle politiche monetarie ed economiche e sulle metodologie e sui risultati della ricerca in essere. L'IJCB si pone, dunque, come un motore aggregante tra le forze che operano all'interno, all'esterno ed intorno alle Banche Centrali.

La nuova pubblicazione, che a ragione viene ancora definita come un progetto visto che la prima edizione è prevista per i primi mesi del 2005, dovrebbe avere una periodicità trimestrale, e sarà diretta da Ben S. Bernanke (Board Governor della Federal Reserve) con la collaborazione di Claudio Borio (in rappresentanza della Bank of International Settlements), dell'economista Frank Smets (BCE), Kazuo Ueda (Banca del Giappone). L'intenzione del Board della nuova testata, che ha la propria sede principale a Washington, è di ricercare ulteriori co-editori e piccoli gruppi di editori - anche locali - per meglio coordinare e raccogliere articoli e notizie di rilevante importanza sia locale che internazionale.

Il periodico già nella sua struttura iniziale è al passo con i tempi sia in termini di diffusione (sarà rigorosamente in lingua inglese e disponibile attraverso il sito della BRI), sia in quelli gestione dei rapporti e contatti con i singoli autori e giornalisti - che anche in considerazione delle distanze - avverrà prevalentemente per mezzo di Internet.

Manlio D'Agostino - consulente di direzione