QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Solo il 20% dei pagamenti B2B secondo un recente rapporto di NACHA viene effettuato per via elettronica; in controtendenza, la 3M sta spingendo i propri fornitori ad adottare il suo ePayment Solutions Program, lanciato nel 2002.

Circa 5000 dei 40000 fornitori di 3M hanno finora adottato il programma e altri 1000 sono stati sollecitati a farlo.

Dalla fine di settembre, 3M farà pagare ai propri fornitori 50 dollari per assegno se essi non utilizzeranno il sistema.

Sui risparmi che il sistema offre non sembrano esserci dubbi: la gestione elettronica di POs, assegni ed ordini costa circa 1,50 dollari al pezzo, contro un ammontare trai 50 e i 75 dollari per i documenti cartacei.

Il sistema di pagamenti di 3M fa risparmiare agli iscritti parecchie centinaia di migliaia di dollari all’anno. Sebbene la fatturazione elettronica includa costi operativi e di manutenzione, le aziende che se ne avvalgono ne traggono benefici in termini di un accresciuta esattezza degli ordini e ridotte discrepanze nelle fatture.

In un recente sondaggio condotto da Aberdeen il 20% degli interpellati ha avuto una riduzione dei tempi, accresciuto l’accuratezza degli ordini e abbassato i costi di gestione delle transazioni del 20% utilizzando le iniziative di gestione elettronica delle forniture.

A prescindere da dove i partners commerciali di un impresa sono collocati fisicamente, la connessione al fornitore, il coordinamento e il monitoraggio costituiscono una priorità, secondo Beth Enslow (VP di Aberdeen Group).

Come l’esempio di 3M dimostra, le relazioni con alcuni fornitori cambieranno nel momento in cui le imprese accresceranno l’uso dell’e-procurement, con i fornitori più piccoli esposti a dei rischi dalla impossibilità di interfacciarsi al sistema di un cliente.

Le imprese più grandi potrebbero non comprendere i costi che i fornitori più piccoli dovrebbero sostenere per connettersi ai sistemi dei clienti: in questo senso una soluzione per i piccoli fornitori potrebbe essere quella di partecipare ad un network online per contenere questi costi.

Marcello Berlich



Partita Iva: IT01123460329 // mail legalizzata: mmasistemisrl@pec.it