QUESTI SITO USA I COOKIES E TECNOLOGIE SIMILARI (vedi dettagli)

Se non cambi la configurazione del browser, sei d'accordo. 

Mon06Nov200000:00
VISA ACCELERA IN DIREZIONE DEL MICROCHIP
Centocinquanta milioni di dollari. E` l`investimento nella lotta alle frodi in Europa sostenuto dagli istituti finanziari soci di Visa, impegnati nel processo Centocinquanta milioni di dollari. E` l`investimento nella lotta alle frodi in Europa sostenuto dagli istituti finanziari soci di Visa, impegnati nel processo di migrazione dalle carte di pagamento a banda magnetica a quelle a microchip. Nel febbraio del 1998 Visa aveva approvato un piano per la migrazione al microchip, articolato in sette anni e differenziato in base ai diversi livelli di preparazione del mercato europeo. Ebbene, Visa ora ha reso noto che nel gennaio del 2005 si verificherà un passaggio di responsabilità, in virtù del quale le banche che non avranno ancora adottato il microchip per le loro carte Visa saranno considerate responsabili per le transazioni fraudolente, qualora venisse dimostrato che si sarebbero potute evitare grazie al microchip. "Sebbene il volume delle frodi rimanga piuttosto basso, meno dello 0,1% del volume di spesa, i truffatori stanno diventando sempre più creativi, e il costo delle frodi è cresciuto in modo sproporzionato", ha affermato Hans van der Velde, presidente di Visa EU; "è stato dimostrato che il microchip è molto più sicuro della banda magnetica. Adesso siamo arrivati al punto in cui tecnicamente è possibile procedere all`implementazione della tecnologia a microchip su larga scala, compiendo così un ulteriore passo avanti verso la riduzione delle frodi. Per questo abbiamo cambiato la nostra regolamentazione in previsione del 2005. Lo scopo dell`iniziativa," ha concluso van der Velde, "è sostenere innanzitutto l`emissione delle carte a microchip a beneficio di tutte le parti coinvolte, e nel contempo assicurare che la scadenza del gennaio 2005 venga rispettata. Inoltre è stata data priorità all¹installazione dei terminali presso i punti di accettazione a maggior rischio di frode".
Fonte: ABsette
http://www.edipi.it/aziendabanca