Le leggi del commercio elettronico
1 Legge sulla privacy Da mettere in bella mostra, nella form dove l'acquirente inserisce i propri dati. Ci devono essere tutti i requisiti previsti. Da anche un'ulteriore percezione di sicurezza.

Un esempio della dichiarazione di consenso
Un esempio dell'informativa

2 Diritto di recesso Se la merce non va bene, l'acquirente ha il diritto di restituirla entro 7 giorni. Il venditore deve restituire il danaro incassato, tolte le spese.

Un esempio dell'informativa

3 Leggi tradizionali Naturalmente per il commercio elettronico valgono tutte le leggi in vigore per il commercio tradizionale, dalle dichiarazioni dei redditi, alla fatturazione, alle controversie sulle spedizioni, sui pagamenti, e quant'altro.
4 Leggi di altri stati Se l'acquirente e il venditore sono di stati diversi, per ora vale la regola che viene applicata la legge del paese del venditore. Anche le tassazioni hanno un iter diverso. Le possibilità sono tante: in caso di molta movimentazione all'estero, il commercialista è d'obbligo.
5 BANCALEX La nuova sezione di Portalino, dedicata al nuovo diritto delle banche, contiene un'esauriente sottosezione dedicata all'e-commerce
© 2002 by