torna all'indice del bando
Bando per le incentivazioni in favore del commercio elettronico
Articolo 103 - legge 23 dicembre 2000, n. 388 (legge finanziaria 2001).
 
MINISTERO DELL'INDUSTRIA, DEL COMMERCIO E DELL'ARTIGIANATO

DIREZIONE GENERALE DEL COORDINAMENTO
DEGLI INCENTIVI ALLE IMPRESE

Circolare prot. n. 900379 del 10 aprile 2001
 
Alle imprese interessate

3 GRADUATORIA

3.1 Il Gestore effettua le verifiche di compatibilità con la normativa applicabile, valutando il progetto presentato sotto il profilo della coerenza tecnico-economica, sia per quanto riguarda la realizzazione degli investimenti che per l'esercizio delle attività di commercio elettronico attese dal soggetto proponente e dalle imprese richiedenti. Il Gestore valuta anche l'ammissibilità delle singole imprese che aderiscono al progetto proposto, provvedendo, ove si renda necessario, alle rettifiche del caso.
3.2 Nel termine massimo di 90 giorni dalla chiusura del bando, il Gestore conclude le valutazioni di cui al comma precedente e fornisce gli esiti al Ministero, unitamente agli elementi per la formazione della graduatoria, per i progetti positivamente valutati; sulla base di tali elementi, il Ministero redige la graduatoria, secondo i criteri di cui al presente bando, organizzata per punteggio complessivo decrescente.
3.3 Il punteggio attribuito a ciascun progetto è determinato come somma dei punteggi relativi ai seguenti cinque parametri economici, calcolati ed arrotondati singolarmente alla seconda cifra decimale:
a) numero di imprese appartenenti all'aggregazione proponente
è assegnato rispettivamente il punteggio pari a:
· 0 punti nel caso di 20 imprese partecipanti;
· 20 punti nel caso di 100 o più imprese partecipanti;
· un punteggio tra 0 e 20 punti, in proporzione al numero di imprese, nei casi intermedi.
b) rapporto tra il numero di imprese e l'investimento complessivo ammissibile del progetto:
è assegnato un punteggio pari a:
· 0 punti per il minimo valore del rapporto tra i progetti ammessi;
· 20 punti per il massimo valore del rapporto tra i progetti ammessi;
· un punteggio tra 0 e 20 punti, in proporzione al valore del rapporto, nei casi intermedi.
c) rapporto tra il numero di PMI sul totale delle imprese appartenenti all'aggregazione:
è assegnato un punteggio pari a:
· 0 punti per il minimo valore del rapporto tra i progetti ammessi;
· 20 punti per il massimo valore del rapporto tra i progetti ammessi;
· un punteggio tra 0 e 20 punti, in proporzione al valore del rapporto, nei casi intermedi.
   La definizione di piccola e media impresa è quella fissata, sulla base degli orientamenti dell'Unione Europea, con decreto del Ministro dell'industria, del commercio e dell'artigianato 18 settembre 1997, i cui contenuti sono riportati in allegato al presente bando.
d) rapporto tra il numero di imprese con un numero di dipendenti, alla data della domanda, inferiore a 50 sul totale delle imprese appartenenti all'aggregazione:
è assegnato un punteggio pari a:
· 0 punti per il minimo valore del rapporto tra i progetti ammessi;
· 20 punti per il massimo valore del rapporto tra i progetti ammessi;
· un punteggio tra 0 e 20 punti, in proporzione al valore del rapporto, nei casi intermedi.
e) numero complessivo di occupati, al momento della domanda, nelle imprese partecipanti al progetto:
è assegnato un punteggio pari a:
· 0 punti per il minimo valore del parametro tra i progetti ammessi;
· 20 punti per il massimo valore del parametro tra i progetti ammessi e, comunque, per i progetti per i quali lo stesso superi 2.000 occupati;
· un punteggio tra 0 e 20 punti, in proporzione al valore del parametro, nei casi intermedi.
3.4 Ai progetti per i quali trova applicazione ciascuna delle fattispecie di cui alla tabella seguente, sono riconosciute maggiorazioni percentuali del punteggio, ottenuto sulla base delle indicazioni di cui al comma precedente, nella misura rispettivamente indicata nella tabella medesima:

Maggiorazione
percentuale
del punteggio
· eventuale organizzazione delle imprese richiedenti in una forma giuridicamente definita (consorzio, associazione temporanea o permanente) alla quale partecipano tutte quelle interessate dal progetto
10%
· presenza di una componente di investimento per la formazione di personale
10%
· inerenza del progetto ad aspetti di valorizzazione dei beni o attività culturali
10%
· sostegno e valorizzazione dell'offerta turistica
10%
· organizzazione dell'offerta informativa su base plurilingue, in tal caso è d'obbligo la presenza della lingua inglese
10%
· presenza di sistemi di pagamento via internet per le transazioni di e-commerce
10%
· organizzazione e monitoraggio degli aspetti relativi alla catena logistica (produttiva, distributiva e commerciale) definiti sia per i prodotti e servizi materiali sia per i prodotti e servizi immateriali
10%
· utilizzo di tecnologia XML
10%

3.5 Il punteggio complessivo ai fini della graduatoria è ottenuto dal punteggio di cui al punto 3.3, applicando la maggiorazione complessiva spettante, data dalla somma delle percentuali pertinenti di cui alla tabella del punto 3.4, ed arrotondato alla seconda cifra decimale.
 

© 2001 by