LUISS - Libera Università Internazionale
degli studi sociali
Guido Carli di Roma

Facoltà di giurisprudenza
Cattedra di diritto bancario


 

LE ATTIVITA' BANCARIE ON LINE

 

tesi di laurea di:

Alessandro Oliverio

relatore: Chiar.mo Prof. Gianfranco Graziadei
Correlatore: Chiar.mo Prof. Ettore Giannantonio

 

Roma, 17 luglio 2001

alexoliverio@hotmail.com





INDICE



INTRODUZIONE



CAPITOLO I: LA BANCA VIRTUALE

1.1 Che cos'è la banca virtuale


1.2 Lo sviluppo della banca virtuale

1.3 Attività bancaria e tecnologie dell'informazione
e della comunicazione


1.4 Banca virtuale = Banca multicanale
1.4.1 Remote banking
1.4.2 Sistemi di pagamento

1.5 Il ruolo dello sportello bancario



CAPITOLO II: LA BANCA ON LINE

2.1 Il canale di distribuzione internet
2.1.1 La storia di internet

2.2 L'analisi costi-benefici della banca on line
2.2.1 Costi-benefici per i clienti
2.2.2 Costi-benefici per le banche
2.2.3 L'evoluzione dei rischi e sistema dei controlli interni
2.2.4 L'impatto sulla concorrenza

2.3 L'esperienza italiana

2.4 L'esperienza statunitense

2.5 Le banche italiane sul web
2.5.1 L'internet banking pubblicitario
2.5.2 L'internet banking operativo

2.6 L'offerta di servizi bancari in rete: l'e-commerce

2.7 Cos'è il commercio elettronico
2.7.1 Il commercio elettronico business to consumer (B2C)
2.7.2 Il commercio elettronico business to business (B2B)

2.8 Il ruolo delle banche nell'e-commerce

2.9 I problemi giuridici dell'e-commerce



CAPITOLO III: GLI ASPETTI GIURIDICI DELL'INTERNET BANKING
A) LE NORME APPLICABILI AI CONTRATTI

3.1 Introduzione


3.2 La direttiva 2000/31/CE sul commercio elettronico
3.2.1 L'ambito d'applicazione

3.3 La proposta di direttiva concernente la vendita a distanza
di servizi finanziari ai consumatori

3.3.1 Ambito d'applicazione

3.4 Il coordinamento tra i due provvedimenti comunitari

3.5 Il d.p.r. 513/97 sulla formazione, archiviazione e trasmissione
di documenti con strumenti informatici e telematici

3.5.1 I destinatari della firma digitale
3.5.2 Il funzionamento della firma digitale
3.5.3 Fondamento giuridico
3.5.4 Ambito d'applicazione
3.5.5 La direttiva 99/93/CE relativa ad un quadro comune
per le firme elettroniche


3.6 Il regime di stabilimento e d'informazione contrattuale

3.7 Gli aspetti contrattuali

3.7.1 La legge applicabile nel B2B: l'home country control
3.7.2 La legge applicabile nel B2C: la tutela del consumatore

3.8 I contratti telematici

3.9 L'autoregolamentazione




CAPITOLO IV:
B) I SISTEMI DI PAGAMENTO ON LINE


4.1 Il ruolo delle banche nei servizi di pagamento

4.2 La concorrenza dei soggetti non bancari

4.3 L'evoluzione dei sistemi di pagamento


4.4 L'offerta dei servizi di pagamento on line

4.5 Le implicazioni economiche

4.6 La raccomandazione 97/489/CE

4.7 La carta di credito
4.7.1 I rischi derivanti dal pagamento on line
4.7.2 La sicurezza
4.7.3 La carta di credito "virtuale"

4.8 La moneta elettronica
4.8.1 Il borsellino elettronico - la smart card
4.8.2 La moneta virtuale (e-cash)

4.9 La direttiva 2000/46/CE sull'avvio, esercizio e la vigilanza
prudenziale dell'attività degli istituti di moneta elettronica


4.10 Il panorama normativo italiano

4.11 Le problematiche giuridiche
4.11.1 Il pagamento elettronico come modo d'estinzione dell'obbligazione
4.11.2 La sicurezza: le esigenze di integrità e di identificazione
4.11.3 Le responsabilità
4.11.4 Gli obblighi d'informazione



CAPITOLO V:
C) LA TUTELA DELLA PRIVACY IN RETE


5.1 Il diritto alla riservatezza nella società dell'informazione

5.2 La legge 675/96
5.2.1 Un esempio dell'informativa ex art. 10

5.3 Le problematiche della raccolta dei dati personali su internet

5.4 L'autoregolamentazione


5.5 La normativa comunitaria

5.6 Il d.p.r. 318/99
5.6.1 Le sanzioni



CAPITOLO VI:
D) IL TRADING ON LINE


6.1 Lo sviluppo del trading on line

6.2 Il ruolo della Consob

6.3 Gli aspetti giuridici del trading on line
6.3.1 Internet quale mezzo di comunicazione a distanza
6.3.2 Offerta via internet e promotori finanziari
6.3.3 La conclusione del contratto

6.4 L'avvio del rapporto
6.4.1.L'identificazione della clientela ai fini della disciplina antiriciclaggio
6.4.2 L'informativa
6.4.3 L'informativa da rendere ai clienti
6.4.4 L'informativa da acquisire dai clienti

6.5 La fase di esecuzione
6.5.1 L'efficienza del sistema
6.5.2 Le informazioni sulla natura e sui rischi delle operazioni e
sulle perdite rilevanti

6.5.3 L'adeguatezza delle operazioni

6.6 La tutela dell'investitore



CONCLUSIONE



Bibliografia



 
 
Invia un messaggio ad Alex Oliverio  
  © Copyright 2001. All rights reserved. Contact: JimWorld Powered by Free Site Templates.