Notizie correlate


EDITORIALE > New banking
26/11/2002 -
L’integrazione dei sistemi: un ‘must’ per le banche
di Marcello Berlich




L’integrazione dei sistemi sta assumendo per le banche importanza crescente, tanto da poter essere considerato elemento necessario per la sopravvivenza di esse.


I processi online, e ‘real time’, l’Internet Banking, l’EBPP, e da ultimo il ‘Check Imaging’ sono solo alcune e delle iniziative di e-banking che le banche devono necessariamente incorporare nella loro offerta se vogliono rimanere competitive, come sottolinea Bank Systems News.


Le banche devono tenersi aggiornate e adattarsi ai bisogni richiesti dal proprio business adottando nuovi ‘core systems’ per facilitare l’integrazione di tali applicazioni ed evitare l’obsolescenza di tutto il sistema.


A spingere le banche ad aggiornare i propri sistemi sono speso ragioni ‘istituzionali’: rimanere così ancorate a sistemi antiquati potrebbe far perdere loro importanti opportunità, come avverte BSN, laddove nuovi sistemi offrono invece integrazione e flessibilità.


Sunitomo Mitsui Bank, per esempio, si è andata gradualmente spostando verso un sistema web – based fin dal 1998, assumendo che “bisogna essere abilitati al web se si vuole restare competitivi”, dice il ‘CIO’ Peter McCormick.


Sebbene la ‘missione’ di Sunitomo è in primo luogo quella di assistere aziende giapponesi nelle transazioni (sia domestiche che internazionali), McCormick sottolinea che il suo livello di integrazione ne fa una banca ‘d’elezione’ in ciò che altre banche non offrono.


Per facilitare gli e-payments e sostenere l’elevato grado di aggiornamento della banca, Sunitomo ha installato una serie di interfacce per gli ACH, per ‘l ‘in - clearing’, SWIFT e altri sistemi di pagamento, come riporta American Banker.


Ma il comportamento di Sunitomo è inusuale, secondo Octavio Marenzi (analista di Celent) per il fatto che la conversione dei sistemi core avviene in genere raramente, è molto rischiosa e viene effettuata con cautela, si tratta dunque di una pratica poco usuale.


Secondo Asian Banker, le banche necessitano di sollevare i costi di sviluppo delle applicazioni dei core systems dalla costante reimpostazione degli ingombranti sistemi mainframe, per supportare nuovi sistemi di pagamento, di CRM e di e-banking; in questo senso, BSN conferma come l’aumento di consapevolezza delle banche per questo tipo di problematiche stia rendendo evidente il valore dell’utilizzo delle ‘architetture aperte’ per i pagamenti e altre funzioni.




Bank Systems Online
extracted by Marcello Berlich