Notizie correlate


EDITORIALE > New banking
19/11/2002 -
La convergenza dei pagamenti spinta per l’innovazione
di Marcello Berlich




Le banche stanno ripensando le loro strategie per i pagamenti come risultato dei cambiamenti nel settore, concentrandosi su assegni, ACH e e-payments.


Sono queste le conclusioni di un recente Simposio organizzato da Western Payment Alliance:“Una convergenza è in via di realizzazione: le nuove tecnologie stanno penetrando le più tradizionali”, dice Kathleen Milner (SVP presso Union Bank of California). Molti banchieri prevedono che gli e-payment verranno accelerati dall’uso degli ACH e delle carte di credito nei prossimi cinque anni con il Check Clearing Act che fungerà da ulteriore catalizzatore per gli e-payment automatizzati.


Secondo WesPay oltre il 45,9% di banche, istituzioni economiche e credit union prevedono che il volume degli assegni crescerà nel 2003 per effetto dell’’ACT’, mentre il 25,2% pensa che rimarranno all’attuale livello.


Un progetto di check image avviato da sei banche, tra cui Union Bank, Zion, First Hawayan, Nevada State e WesCorp, e supportato da Wes Pay, ha dimostrato che gli assegni possono essere regolati usando immagini digitali al posto di documenti cartacei.


WesPay “prova a dare una scossa al settore e a farlo progredire”, in termini di tecnologie di pagamento , secondo la Milner, mentre David Gire (Vice presidente di Bank of Hawaii), sottolinea il fatto che WesPay continua a crescere tanto da “operare come un istituzione ‘regionale’”


In settembre Wespay ha avviato una partnership con EPN (Electronic Payments Network) per aumentare il volume di EPN, e le relazioni di WesPay nell’accrescere il profilo del ‘processing’ degli ACH . Inoltre, EPN punta a replicare la sua alleanza con WesPay in un ‘franchising model’ collaborando con altre associazioni di pagamento regionali.








American Banker
extracted by Marcello Berlich