Notizie correlate


EDITORIALE > New banking
12/11/2002 -
Le chip card raggiungeranno la ‘massa critica’ nel 2012
di Marcello Berlich




Il sei per cento di tutte le carte di credito attive negli Stati Uniti sono ora abilitate all’uso dei chip, secondo Ted Iacobuzio (Tower Group) ed entro 10 anni il chip sostituirà la banda magnetica nel campo dei servizi finanziari.


“La migrazione verso il chip è parte della naturale evoluzione delle infrastrutture”, conferma Steve Van Fleet (SVP presso First Data Merchant Services) “quanti anni ci vorranno nessuno lo sa, ma questo alla fine sarà il risultato”.


Negli Stati Uniti Target è già in testa sulla strada delle chip card, dice Iacobuzio, capitalizzando sul ‘bricks and clicks’ e usando le chip card “Il programma di Target è brillante”, continua Iacobuzio, visto che “sta capitalizzando nei primi giorni delle chip per appropriarsi del traffico” sia nei suoi punti vendita che sul Web, offrendo nuove applicazioni ‘fidelizzanti’. Fino ad oggi Target, che è nell’esclusiva posizione di essere sia l’emittente che il retailer”, secondo un documento della SCA, ha emesso sette milioni di carte negli Stati Uniti, e ha abilitato al chip 37000 terminali POS in 1000 negozi.


Inoltre, “ con la maggior parte degli operatori wireless statunitensi che ora adotta smart cards nei loro telefoni mobili”, dice Paul Beverly (SchlumbergerSema), “c’è un’insaziabile domanda per applicazioni a valore aggiunto installate sulle smart cards”.


Allo stesso modo, la Smart Card Alliance (SCA) crede che le soluzioni basate sulle smart card avranno un ruolo crescente nella lotta contro i ‘furti di identità’ e le altre frodi finanziarie.


Come conferma Ronald Congemi della rete STAR EFT, “le istituzioni finanziarie hanno risposto alle frodi e ai furti d’identità con una serie di strategie per la verifica di questa, ma anche le migliori soluzioni tecnologiche falliranno finché le agenzie del governo non lavoreranno assieme”.


Nel tentativo di ridurre le frodi, STAR ha emesso un comunicato per chiedere alle agenzie di emissioni dei documenti di trovare modi migliori di verificare le identità degli utenti e prevenire la manomissione dei documenti.




Wireless Week
extracted by Marcello Berlich