Notizie correlate


EDITORIALE > New banking
31/10/2002 -
M–Commerce: l’authentication è cruciale
di Marcello Berlich




“Pur avendo sempre costituito una barriera”, dice Dave Birch (Consult Hyperion), “quello dei pagamenti è solo un aspetto dell’mCommerce”, mentre “l’altro elemento cruciale dell’infrastruttra è la ‘gestione dell’identità”.


I consumatori vogliono servizi semplici, come “premere il pulsante del parchimetro, prendere il biglietto e avere il prezzo addebitato”, dice Birch, “ma ciò che ottengono è complicato: aprire il conto, registrarsi, ricordare la password e naturalmente devono essere in possesso di una carta di credito”.


La risposta è un ID digitale standard che è passato dai ‘mobile carriers’ ai fornitori del servizio, “ e l’efficienza di tale procedura è addirittura più importante della procedura di pagamento”.


Per accedere ai servizi di ‘mobile banking’ , prenotare un posto sul treno, o pagare i biglietti del cinema online, i clienti “devono ricordare ogni sorta di username, password, passcode e PIN”, sottolinea Birch; se a tali servizi si potesse accedere tramite una specie di ‘passaporto mobile’ , segnatamente un unico PIN, o un lettore di impronte digitali installato su un telefono cellulare, i clienti “ci si potrebbe ragionevolmente aspettare un uso più frequente di tali servizi da parte dei consumatori”.


Secondo l’ottica di Birch, “ il ruolo a lungo termine del telefono mobile come passaporto (magari contenente le stesse ‘credenziali digitali’ contenute nel codice fiscale, o nella carta di identità che normalmente si portano nel portafoglio) è più importante e evoluto che il suo ruolo come ‘e-Wallet’.


Nell’ambito della nuova collaborazione di Visa con un importante fornitore di ‘tecnologie vocali’, per esempio, la società di carta di credito suggerisce che le funzioni di riconoscimento vocale potrebbero soppiantare l’uso del PIN nei suoi servizi ‘Verified by Visa’.


Allo stesso modo, il 35% dei votanti in un recente sondaggio di epaynews.com crede che gli emittenti di carte di credito dovrebbero lavorare assieme agli operatori del wireless per usare i congegni mobili cme canali per una ‘autenticazione’ sicura per protocolli come Verified by Visa.


Come conclude Birch, gli attuali sviluppi indicano che “l’mCommerce sta prendendo una direzione che rafforza la convinzione che per realizzare appieno il proprio potenziale, esso abbia soprattutto bisogno di integrazione tra le fasi della verifica dell’identità e della gestione del pagamento.”




Wireless week
extracted by Marcello Berlich