Notizie correlate


EDITORIALE > New banking
01/10/2002 -
Banche: nuova vita per i pagamenti B2B
di Marcello Berlich




I pagamenti B2B delle banche "stanno indubbiamente 'sorgendo a nuova vita'", grazie al riacquistato vigore degli e-marketplace. E' quanto sostiene Sandy Kemper, CEO di eScout, società fondata proprio per aiutare le banche a partecipare al business dell'eCommerce.


"I pagamenti elettronici sono una componente centrale di eScout, che fornisce un sistema proprietario di presentazione e pagamento delle fatture (EIPP, Electronic Invoice Payment and Presentment, ndr)", riporta American Banker.


Le banche dovrebbero abbandonare i sistemi di gestione dei liquidi in favore di 'commerce management department', sostiene Kemper, visto che "i pagamenti B2B provengono dal commercio e , possedendo la piattaforma commerciale, si è in grado di possedere la piattaforma di pagamento".


"Dato l'interesse delle banche nell'EIPP", eScout "sta ancora spingendo le banche il più possibile", continua Kemper, visto che "quelle che hanno limitato la propria attività nel B2B all'EIPP, si sono sotto dimensionate". Secondo Kemper, "non è intelligente limitarsi all'EIPP, che è la 'coda del cane', mentre il 'corpo del cane' è il commercio".


Le banche dunque possono capitalizzare su "cash flow incrementati mediante l'allargamento del loro mandato a gestire il commercio anziché limitarsi alla liquidità da esso creata", conclude Kemper, che aggiunge: " mi stupisce che le banche siano state così lente nell'approccio e nell'entrata in questo settore", visti i vantaggi finanziari che possono essere conseguiti.


Mentre molte banche americane come Citigroup, Wells Fargo, BofA e Chase Manhattan, hanno spinto i loro servizi di pagamento B2B nel 2000 - 2001, Bank of Montreal, un investitore in eScout, sta utilizzando il software ConnectScout per il procurement interno.


In totale, 15 grandi banche hanno licenziato eScout, e stanno sollecitando il servizio per i loro clienti corporate, mentre circa 800-900 piccole banche, come BMO, usano eScout per il procurement interno.


Tra i principali partner di eScout vi sono SAP, PeopleSoft e Oracle Corp, che si stanno muovendo, secondo American Banker, stimolate dal "crescente appetito delle aziende americane per i marketplace di eCommerce".



American Banker
extracted by Marcello Berlich