Notizie correlate



EDITORIALE > New banking > speciale "Undici Settembre"
11/09/2002 -
Cambiamenti sotterranei.
Le banche americane dopo "l' Undici Settembre"
di Marcello Berlich


Parte prima
- L'11 settembre e dopo



"Niente sarà più come prima": questo più di ogni altro è stato lo 'slogan' coniato per definire l'impatto degli eventi dell'11.9.2001 sulla coscienza comune del villaggio globale, sui modi di pensare (e vivere), soprattutto sul modo di 'guardare ad Oriente'.

E' passato un anno, ed inevitabilmente scocca 'l'ora dei bilanci': la carta stampata si appresta a riproporre le immagini di quelle tragedie, i palinsesti televisivi si accingono ad inaugurare la nuova stagione con programmi rievocativi di quei giorni, i primi dibattiti vengono aperti.

Il 'fil rouge' mediatico delle prossime settimane sarà dunque:
"Cosa è cambiato dopo l'11.9?".

E già si delineano feroci diatribe tra i sostenitori della 'guerra infinita', da una parte e chi dall'altra si domanderà se la reazione (americana ed internazionale) a quegli eventi abbia realmente portato a dei risultati concreti sotto il profilo del 'sentire comune' dell'uomo della strada: se, in pratica, i cittadini del 'villaggio globale' si sentano al sicuro da una minaccia terroristica che appare essere ancora oscura e sfuggente.

Pur negli eccessi determinati dalla corsa all'audience e all'esaurimento delle tirature, tuttavia, questa analisi risponde a una reale necessità: è il momento di fare il punto, di fermarsi e capire.


Il settore dell'economia è stato senza dubbio uno dei più colpiti dal fall-out degli attacchi alle 'Torri Gemelle': se da un lato l'obiettivo 'reale' di chi ha progettato, finanziato e fatto in modo che fosse portato a compimento quel complesso di azioni terroristiche erano le migliaia di persone che si trovavano in quel momento in quei luoghi, gli obiettivi 'simbolici' ne sono stati i 'bracci' tramite i quali gli USA dimostrano le loro capacità (e, nell'ottica terroristica, esercitano la loro potenza e prevaricano il resto del mondo): quello militare, il Pentagono; quello politico, la Casa Bianca, si suppone obiettivo dell'aereo precipitato in Pennsylvania; quello economico, le Torri Gemelle. Queste ultime simbolo non solo americano, ma anche e soprattutto occidentale: il 'Centro del Commercio Mondiale' come simbolo economico del mondo occidentale, e dunque oggetto di un attacco non più solo anti-americano, ma anti-occidentale, Il che ci porta al nocciolo della questione.



Parte seconda - La 'guerra dei dati': le banche come 'strumenti di controllo'
clicca qui



by Marcello Berlich