Notizie correlate

31/03/2000
NOSTRADAMUS BUG - COL SENNO DI POI ...

31/01/2000
INTERNET FACILE - ELEMENTARE, MIO CARO NAVIGATORE ...

30/11/1999
E' ARRIVATA LA BANCA DEL 2000

01/11/1999
LA SOCIETA' DEL 2000

30/10/1999
PORTALI


EDITORIALE > Articoli
19/04/2000 - ASTE ON LINE
CAUTELA CON E-BAY
traduzione di Andrea Birsa

Ho evidenziato delle regole base per la partecipazione alle aste online.
Non posso garantire che queste regole siano infallibili, ma vi aiuteranno a tenere i soldi in portafoglio, dove dovrebbero stare.

Regola n.1 :
Mai comperare merce a caro prezzo da un venditore con un rating inferiore a 100


E' una regola personale. Non voglio dire che non bisogna fidarsi dei venditori con rating bassi; tutti devono iniziare, in qualche modo. Comunque, i rating alti indicano dei professionisti o almeno persone che non si improvvisano venditori. E queste persone fanno un sacco di soldi vendendo tramite internet. L'unica cosa che rende possibile questo commercio è la loro reputazione, perciò avrete la garanzia che tutti gli aspetti della transazione saranno affrontati in maniera professionale. Le persone che vendono seriamente in eBay non possono permettersi di avere riscontri negativi e perciò faranno di tutto pur di soddisfare la clientela.

Regola n. 2:
Mai spedire più di 100 $ direttamente al venditore


Piuttosto usate il servizio Escrow che viene offerto dalla SafeHarbor di eBay. Ciò vi permetterà di essere soddisfatti prima che il venditore entri in possesso del vostro denaro. Citazioni dal sito web di eBay:
"Un servizio Escrow può assicurarvi una transazione tra compratore e venditore priva di rischi. I-Escrow funge da intermediario: prende i soldi dal compratore e al momento che questi riceve e accetta la merce paga il venditore. I costi del servizio prevedono una percentuale del 5% del valore della merce con un minimo di 5$ per merce di valore fino a 5.000$; oltre questa cifra si applicano sconti. Normalmente i costi sono a carico del compratore, ma questi e il venditore si possono mettere d'accordo prima dell'inizio della transazione.
Il basso costo dell'operazione sarà pienamente compensato dalla tranquillità che acquisirete.

Regola n.3:
Diffidate delle aste che contengono fotografie copiate dai siti dei produttori.


Certo, molte volte è più semplice prendere una foto da un altro sito piuttosto che scattarne una nuova da mettere sulla pagina dell'asta. Ma se sono disposto a pagare 450$ per un Palm V e vedo una foto identica, copiata dal sito della 3Com Palm un po' insospettisce, specialmente se il venditore è di basso livello.
E' fin troppo facile impostare un account e aste fittizi per fare soldi facili. Ne vale la pena? No; alla fine è frode postale che oltretutto è un crimine.
Sono molto più contento quando vedo che la foto della merce è stata evidentemente scattata in casa del venditore. Da parte mia, questo e un'alta percentuale di transazioni è sufficiente per fare un'offerta.

Regola n.4:
Non offrire più di quello che puoi permetterti di perdere.


Lo so che è pessimistico, ma purtroppo viviamo in un mondo freddo e duro, pieno di persone che se ne avessero l'occasione non ci penserebbero due volte, a rapinarvi.

Regola n. 5:
Capire il procedimento


Andate là fuori e imparate tutto quello che potete. Leggete le guide di eBay, controllate le polizze Safe Harbour , date un'occhiate alle altre aste dello stesso venditore, contattate i compratori di queste aste direttamente e assicuratevi che tutto sia in regola. L'informazione è tutto e l'unico modo per rimanere a galla è sapere tutto ciò che bisogna sapere.




newsletter settimanale di
ZDTips del 21/09/99